Laboratorio 1998

Mostra fotografica didattica allievi Man Ray Photo School

Centro Culturale Man Ray 
Cagliari 7 - 24 marzo 1998

 

Imparare a fotografare può essere paragonato all'imparare a scrivere. In primo luogo occorre combinare le lettere in modo che formino le parole. Quindi si uniscono verbi, soggetti, complementi ed in fine si formano frasi e paragrafi secondo precise regole. Tuttavia saper fare tutto ciò nella forma più corretta non è sufficiente per essere "scrittori", fintanto che tali strumenti non vengano utilizzati per esprimere idee interessanti. Allo stesso modo, la teoria e la tecnica, costituiscono, per il fotografo, un mezzo valido per ottenere il prodotto finale "visivo", nella misura in cui gli offrono miglior controllo e confidenza nel "fissare" quanto ha da esprimere attraverso le immagini. Del resto il fotografo, come nota Man Ray, non si limita solo a svolgere il ruolo di copista. Egli è un meraviglioso esploratore degli aspetti che la nostra retina non registra mai…
Questi i paradigmi del lavoro svolto dagli allievi, dei corsi di fotografia (Base e Avanzato) del centro Man Ray, che lontani dal nutrire una qualsivoglia velleità artistica, si sono confrontati con lo strumento fotografico utilizzandolo come mezzo di indagine conoscitiva del reale e come strumento di espressione della propria creatività. Ponendo in fieri, così, una ricerca tesa a focalizzare sempre più quel "senso critico" e "costruttivo" indispensabile per realizzare immagini pregnanti. Dal ritratto sociale al reportage geografico, dalla macro fotografia alla fotografia minerario-industriale, supportati dalla preparazione teorico-tecnica acquisita, gli allievi hanno sviluppato temi tra loro differenti realizzando delle immagini, connotate in modo personale.

Sergio CARCASSI, Massimo CHERCHI, Valentina DE ANGELIS, Gianpaolo DIANA, Consuelo MEDDA, Andrea MELE, Anna MELIS, Francesco MURGIA, Mauro MURGIA, Mauro NANNINI, Cecilia PERRA, Lilli PORCU, Stefania SCANO, Annagiulia SERRA, Maurizio SPIGA


Gallery