Man Ray Photo School

La Man Ray Photo School, Scuola Sperimentale di Fotografia, è attiva da 21 anni nel campo della didattica in Sardegna. Il corso di studi ha una durata di sette mesi e conta la presenza di quattro insegnanti altamente specializzati per le seguenti materie: Comunicazione Visiva, Teoria della Fotografia, Tecniche di Ripresa in sala posa e in esterni, Elementi di Adobe Lightroom, Elementi di Photoshop, Storia della Fotografia e dell’Arte.

 

Le attività della scuola sperimentale di fotografia Man Ray Photo School sono rivolte a tutti coloro che intendono avvicinarsi al mondo dell'immagine fotografica per apprezzarne in modo consapevole le potenzialità espressive e a quanti già in possesso di tecniche di base, desiderino approfondire le proprie conoscenze in settori specifici come: Ritratto, Reportage geografico, Reportage sociale, Digitale, in vista di un inserimento professionale.  Parte integrante del programma sono le lezioni di Storia dell’Arte e della Fotografia quale supporto ad una corretta formazione estetica.

 

 

Obiettivo formativo è una buona preparazione teorico-tecnica che consenta di produrre immagini fotografiche di qualità e, soprattutto, trasmettere un modo nuovo di osservare la realtà attraverso l'approfondimento di un senso critico e costruttivo, indispensabile per la ricerca di un proprio stile. 

Sono requisiti indispensabili per la frequentazione della scuola: l’entusiasmo per l’apprendimento di un nuovo linguaggio, l’umiltà e la voglia di condividere con il gruppo una passione comune attraverso un costante confronto critico-costruttivo.

Perché l’insegnamento della fotografia richiede un metodo didattico consolidato dall’esperienza di tanti anni attraverso il supporto di docenti altamente specializzati. 

Perché la Man Ray Photo School, unica scuola di fotografia in Sardegna, affronta tutte le materie che sono indispensabili per una formazione completa  ed un eventuale inserimento nel mondo del lavoro.

Perché – secondo la nostra ventennale esperienza, 7 mesi (un anno scolastico) sono il periodo minimo indispensabile per l’acquisizione di una qualsiasi disciplina!

Perché il Centro Culturale Man Ray – Spazio Polivalente dedicato alla ricerca artistica contemporanea, continua a seguire i suoi migliori allievi anche dopo la scuola in previsione di un inserimento come professionisti della fotografia in Rassegne artistiche pubbliche.

 

PROGRAMMA 

La scuola è suddivisa in due moduli.

– Il primo mese di scuola è propedeutico all’educazione all’immagine (Analisi e lettura critica delle immagini e composizione). Infatti, contrariamente a quanto normalmente si crede, la fotografia non è una disciplina prettamente “tecnica” ma uno straordinario mezzo diretto al conseguimento della competenza espressiva e comunicativa; avere questa competenza significa divenire capaci di tradurre in un messaggio la propria esperienza e di conoscere i vari sistemi di segni propri dell’ambiente culturale in cui si vive. In questa prospettiva, l’educazione all’immagine si affianca all’educazione linguistica, all’educazione musicale, all’educazione motoria, in quanto l’immagine, come la lingua verbale, il suono musicale e il gesto, appartiene all’universo del linguaggio, inteso come opportunità di simbolizzazione, espressione e comunicazione.

– Sempre nel primo mese di scuola, si svolgono le lezioni di teoria della luce (materia prima per la fotografia) e del colore; infatti, soltanto studiando gli elementi principali di fisica applicata ci si impadronisce della tecnica!

– Inoltre, fin dal primo incontro, l’allievo è invitato a scegliere una tematica fotografica (ad esempio ritratto,  paesaggio, architettura, still life, concettuale ecc.) che sarà oggetto della propria ricerca finalizzata alla preparazione di un book fotografico da presentare a fine corso.

– Dal secondo mese di scuola, gli allievi continuano a prendere confidenza con la propria fotocamera durante il primo stage di ritratto in sala posa. Nello stesso tempo iniziano le lezioni di informatica su piattaforma Adobe Lightroom e Adobe Photoshop indispensabili per l’acquisizione, l’ottimizzazione e l’archiviazione delle proprie immagini. 

– Sempre nel secondo mese, iniziano le lezioni di tecnica fotografica teorico-pratiche che si concluderanno nel mese di gennaio con una verifica scritta, indispensabile per monitorare il grado di preparazione raggiunto dall’allievo.

– A partire dal mese di febbraio, gli allievi iniziano a confrontarsi con i docenti della scuola per l’individuazione di una tematica di gruppo ispirata al cinema. Infatti, il rapporto tra fotografia e cinema è motivo d’ispirazione per i set collettivi prodotti ogni anno dagli allievi della Man Ray Photoschool, che della tecnica cinematografica utilizzano la metodologia operativa, in cui l’impegno di gruppo è una delle caratteristiche più importanti. Gli allievi operano a tutte le fasi di realizzazione dell’opera: Styling, direzione della fotografia, produzione, back stage fotografico e video, scenografia. Particolare attenzione è data alla parte registica, curata dal direttore Stefano Grassi. Tale impostazione permette di creare immagini in sequenza di tipo narrativo, ma, soprattutto, permette agli allievi di cimentarsi nel lavoro di equipe come avviene di consueto nel campo della fotografia professionale. Alcuni esempi di lavori di gruppo ispirati al cinema (link).

– Sono previsti incontri con fotografi professionisti che presentano il proprio lavoro agli allievi ed escursioni in luoghi di elevato interesse naturalistico e culturale, dove gli allievi, consolidano lo “spirito di gruppo” e un “confronto costruttivo sul campo”. 

Infine, ad aprile, vengono selezionati i lavori dei migliori allievi per la partecipazione alla mostra didattica di fine anno,  Laboratorio 2017. La mostra, oltre alle immagini prodotte durante l'anno, presenta il risultato del lavoro di gruppo, progettato sotto la direzione didattica della scuola.  

La mostra didattica Laboratorio ha luogo in prestigiosi spazi espositivi pubblici e privati di Cagliari; le ultime edizioni si sono svolte presso lo Spazio Temporary Storing della Fondazione per l'Arte Bartoli Felter, il Centro Comunale d'Arte e Cultura Castello di San Michele di Cagliari, il Centro Comunale d'Arte e Cultura Ex Lazzaretto, la Galleria d'Arte La Bacheca, il Centro Comunale d'Arte e Cultura Exmà di Cagliari

Sfoglia il catalogo della Mostra didattica 2013

 

DOCENTI E MATERIE

Quattro docenti e un assistente alla fotografia costituiscono l’organico della Scuola: Stefano Grassi (Comunicazione visiva, Fisica applicata, Teoria e tecnica fotografica); Davide Atzei (Elementi di Adobe Lightroom e Photoshop); Carla Deplano (Storia della fotografia e dell’Arte); Marco Mostallino (Seminario di fotografia di reportage sociale: il racconto fotografico); Cristian Fanni (Assistente alla fotografia).

 

MATERIE

Docente: Stefano Grassi

Teoria della composizione (analisi e lettura critica delle immagini). Il processo visivo. Visione spaziale di un'immagine: prospettiva geometrica; sovrapposizioni; contrasto d'illuminazione; variazioni di struttura; angolo di ripresa; grado di cultura dell'osservatore. Immagini dal contenuto prevalentemente informativo, estetico formale, emozionale.
Criteri essenziali per l'analisi della composizione. Elementi della composizione oggetto d'analisi.

Docente: Stefano Grassi

La luce. Spettro visibile, ultravioletto e infrarosso. Colori primari della sintesi additiva della luce; colori primari della sintesi sottrattiva della luce; colori fra loro complementari. Differenze fra fotografia analogica e digitale. Oggetti opachi e oggetti traparenti e translucidi. Fenomeni luminosi: assorbimento. Riflessione: speculare, diffusa, selettiva. Trasmissione: diretta, diffusa, selettiva. La rifrazione e le sue leggi. Diffrazione.

Docente: Stefano Grassi

La fotocamera 35 mm.; accessori fotografici; gli obiettivi: lunghezza focale, angolo di campo, luminosità, iperfocale; valori luce (EV); otturatore, diaframma, profondità di campo; caratteristiche dei sensori digitali; contrasto di luminosità, d'illuminazione, contrasto del soggetto; tecniche d'esposizione: luce riflessa, luce incidente; uso del lampeggiatore elettronico; psicologia e fotogenia del ritratto; campi e piani; principali schemi d'illuminazione in sala posa.

Docente: Davide Atzei

Elementi di Adobe Lightroom; la camera oscura digitale. Gestione, elaborazione e visualizzazione degli archivi fotografici digitali in modo rapido ed efficiente.
Come ottimizzare i propri scatti con gli strumenti di editing non distruttivo, tra cui controlli avanzati su colore e tonalità, contrasto avanzato e di riduzione del disturbo digitale. L'esportazione per la stampa, la creazione di presentazioni filmati con audio e di gallerie Web. La gestione efficiente della propria crescente raccolta di foto con le funzionalità di importazione, l'assegnazione di tag basate su metadati, la classificazione, etc. L'integrazione con Adobe Photoshop CS5 e successivi.
Elementi di Photoshop: introduzione (l’ambiente di lavoro; gli strumenti e i tasti principali; lavorare su livelli; le selezioni); restauro foto antica (la toppa, i ritagli e le selezioni); ritocco del viso per i ritratti (come rimuovere le imperfezioni, la toppa, lo sfumino, lo strumento contrasto, come migliorare gli occhi, come trasformare i lineamenti); HDR (i requisiti che deve avere lo scatto, le maschere di livello, la fusione dei livelli).

Docente: Stefano Grassi

Per il conseguimento di una buona padronanza tecnica nell'utilizzo dell'attrezzatura fotografica verranno trattati in sala di posa e in esterni; schemi d'illuminazione nel ritratto: piena, rembrandt, di taglio, diffusa, silhouette, controluce; tecniche di misurazione della luce, incidente e riflessa; ripresa in sala di posa; reportage geografico e sociale: sono previste 4 uscite.

Docente: Carla Deplano

Attraverso un excursus storico si ripercorrono le tappe di sviluppo dei movimenti artistici che hanno caratterizzato la Storia della fotografia e dell'Arte dall'Ottocento sino alle tendenze contemporanee.


Docente: Marco Mostallino

Raccontare una storia attraverso una o più immagini, per mezzo degli strumenti essenziali del giornalismo e fotogiornalismo (in primis le cinque “W”, what, who, where, when, why): è questo lo scopo del seminario su storytelling e reportage sociale, tenuto da Marco Mostallino. Al centro del lavoro, la combinazione di fotografia, testo e video per testimoniare i fenomeni sociali tramite lo sguardo sulle vite di singole persone profondamente toccate da questi cambiamenti.

 


 Docente: Davide Atzei

WordPress è uno dei content management system (CMS) più usati al mondo. Permette la creazione e distribuzione di un sito Internet formato da contenuti testuali o multimediali, facilmente gestibili ed aggiornabili in maniera dinamica.

 

DOCENTI

Stefano Grassi - direttore didattico Man Ray Photo School

Stefano Grassi vive e lavora a Cagliari. Dal 1985 al 2007 è stato titolare dello Studio di Comunicazione Visiva PhotArt (agenzia di servizi per l’editoria e la pubblicità).
Nel 1988 si specializza come fotografo di scena all’Istituto Europeo di Design di Cagliari con una tesi sperimentale in fotografia di scena (Diploma triennale). Lavora a Milano con il fotografo di moda Klaus Zaugg. Dallo stesso anno insegna fotografia, video e comunicazione visiva (Istituto Europeo di Design, Compagnia d’Arte Laterale, Centro Culturale Man Ray e nelle scuole statali). Ha inoltre insegnato nei P.A.S (progetti artistici speciali per soggetti disabili).
Dal 1993 al 1994 vive a Roma dove lavora come fotografo di scena al Teatro Parioli nella trasmissione televisiva “Maurizio Costanzo show”.
Nel 1995 è fra i soci fondatori del Centro Culturale Man Ray – Spazio Polivalente dedicato alle sperimentazioni artistiche contemporanee – che presiede per i primi 4 anni e all’interno del quale lavora come direttore delle attività didattiche e organizzatore di eventi. Dal 2007 è di nuovo presidente.
Tra il 2002 e il 2003 realizza diversi video degli spettacoli del Teatro di Sardegna.
Nel 2004, invitato dall’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria, svolge un seminario di video produzione al Festival Internazionale del Cinema e del Teatro di Pola (Croazia), dove presenta il suo ultimo cortometraggio “Maimones’s land” e ne produce un altro “Mercat dance” insieme ai suoi allievi.
Collabora con i giornali “L’unione Sarda” e “La Nuova Sardegna”. Suoi servizi di cronaca sono apparsi su reti nazionali e private.
Ha prodotto numerosi cortometraggi e video didattici.
Ha realizzato servizi di reportage geografico–sociale in numerosi paesi stranieri.
Ha curato l’organizzazione il coordinamento editoriale di tutte le Rassegne del Centro Culturale Man Ray. Nel 2012 produce, insieme al musicista Giuseppe Maggiolo Novella, tre spettacoli didattici sulle "Avanguardie artistiche del '900": Vasilij Kandinskij e la sintesi delle arti; Man Ray tra realtà e finzione; Jackson Pollock genio e follia.

Sempre nello stesso anno, inaugura il settore Man Ray Diritto & Giustizia con il Seminario di Filosofia politica "Gramsci pensatore dell'Umanità: questa è la realtà, qui è la lotta per il recupero della democrazia". Undici conferenze tenute presso la facoltà di scienze politiche dell'Università di Cagliari da docenti universitari, magistrati, educatori, economisti ed esperti di comunicazione.
Nel 2013, ha curato l’organizzazione, il coordinamento editoriale, la grafica del materiale promozionale e del catalogo di “New Frontiers” rassegna internazionale di fotografia e scambio di residenze didattiche Cagliari – Berlino. Il progetto nasce dall’intento di indagare le nuove tendenze della fotografia contemporanea attraverso il dialogo tra alcuni fotografi contemporanei sardi e giovani emergenti provenienti da scuole del territorio nazionale e internazionale. New Frontiers ha compreso un programma di scambio e confronto con importanti realtà internazionali nel campo della didattica della fotografia, con lo scopo di favorire la mobilità di giovani fotografi, consentire un proficuo  scambio d’esperienze con altre importanti realtà internazionali, promuovere il ruolo sociale e culturale della scuola come mezzo necessario di formazione e di stimolo delle potenzialità creative e intellettive.
Mostre
1987 – “IV Plexus art-co-opera”, New York, Sardinia, Dakar.
1988 – “Plexus International Art Slaves” – Carloforte (Province of Cagliari).
1988 – “Immagini pubblicitarie”, group exhibition, Galleria Arte Duchamp, Cagliari.
1991 – “Dal fotogiornalismo alle nuove tendenze”, Galleria Comunale d’Arte – section of advertising photography, Cagliari.
1992 – “International Exhibition WCCP” – Orlando Florida (USA).
1992 – “Il respiro dell’occhio”, One-man exhibition (the nude) I.E.D. Cagliari.
1993 – “Origine” – Mostra Internazionale di fotografia – One-man exhibition (the nude), Bastione San Remy, Cagliari.
1994 – “Aleph” – Stage installation for the theatrical event of Elisabetta Diana, Teatro dell’Arco, Cagliari.
1996 – “Cinque Fotografi per un’isola” – organised by Mauro Rombi, Cagliari, Bellinzona (Switzerland).
1997 – “Becoming nude”, – International Photographic Exhibition organised by Lanfranco Colombo (S.Grassi, J.Oppedisano, A.Zirpoli), Bastione di S.Remy, Cagliari.
1998 – “Fiori nel costume sardo”, organised by Lanfranco Colombo, One-man exhibition, Galleria Giovenzana, Milano.
1999 – “Immagini e Società”, La bronzistica figurata nuragica, Palazzo Regio, Cagliari.
2000 – “Metamorfosi”, One-man exhibition for the review of visual arts “Attraversamenti”, Man Ray Center, organised by I.S.Fenu, Casa Olla, Quartu.
2000 – “Metropolis”, organised by A.Menesini – Centro Man Ray, Cagliari.
2001 – “Metamorfosi”, one-man exhibition for the review of visual arts “Attraversamenti”, Centro Man Ray, organized by Mariolina Cosseddu, Casa Olla, Quartu S.E.
2001 – “The time is over”, cortometraggio per la Rassegna “Stanze 2001, Ibride stanze”, a cura di Ivo Serafino Fenu, Centro Man Ray, Cagliari.
2002 – “Imperfetto futuro art in progress 2001”, short film by DVD dur. 14’, Centro Man Ray, Cagliari.
2003 – “Imperfetto futuro art in progress 2002”, short film by DVD dur. 18’, Centro Man Ray, Cagliari.
2003 – Presenta tre cortometraggi al Teatro Comunale di Sarroch in occasione dell’happening Imperfetto futuro: “Metamorphosis” (dur. 2’30”); “The Time is over” (dur. 5’30”); “Imperfetto futuro art in progress 2002” (dur.18’).
2003 – “Stanze 2003”, progetto multimediale, Museo del Territorio, Galleria Artisti contemporanei, Villanovaforru (CA). Presenta una nuova serie di immagini di nudo e i suoi cortometraggi.
2004 – “ANIME”, One-man exhibition for the International Festival of Cinema and Theatre of Pola, Municipal Theatre of Pola (Croazia).
2005 – “ANIME”, one-man exhibition, By Mariolina Cosseddu, Liceo Classico Manno, Alghero (SS).
2005“Imperfetto futuro art in progress”, Centro Man Ray, Cagliari.
2005“Centro Man Ray 1995 – 2005”, Centro Man Ray, Cagliari.
2006 “Dove gli angeli?”, by Roberta Vanali, Centro Man Ray, Cagliari.
2006 “Il fuoco di Abramo”, by Mariolina Cosseddu, Castello di S. Michele, Cagliari.
2006 – “In transito”, by Ivo Serafino Fenu, Museo Peppetto Pau, Nuraghi (OR).
2006/07 – “It’s still dark in the night”, One-man exhibition , by Ivo Serafino Fenu, Man Ray.
2007 –“Il fuoco di Abramo”, by Mariolina Cosseddu, Seminario Arcivescovile, Oristano.
2008 – “Laboratorio 2008”, a cura di Stefano Grassi e Pamela Sau. Mostra didattica di fotografia allievi Man Ray.
2009 – Stanze, Ritratti, IX edizione, a cura di Alessandra Menesini.
2010 – Stanze X edizione, a cura di Mariolina Cosseddu.
2011 – Stanze, Utopie del quotidiano XI edizione, a cura di Rita Pamela Ladogana.
2012 – Stanze, Quinte mobili edizione XII edizione, a cura di Mariolina Cosseddu.
2012 – Stanze Land(e)scape XIII edizione, a cura di Efisio Carbone.
2012 – Magnificat, a cura di Mescolarte, Lazzaretto, Cagliari
2012 – Stanze, XIII edizione Land(e)scape XIII edizione, a cura di Efisio Carbone, Castello San Michele, Cagliari.
2013 – Vamp – rassegna d’arte contemporanea, a cura di Giacomo Pisano, Exmà, Cagliari.
2013 - New frontiers - rassegna internazionale di fotografia, Exmà, Cagliari
2016 - Quel Centro Al Centro - Collettiva, Spazio Temporary Storing, Cagliari
Pubblicazioni
1986 – Salvatore Naitza, M. G. Scano, “Quarant’anni d’incisione in Sardegna 1930-1970”, ed. Il dado, Università degli Studi di Cagliari.
1987 – Sandro Dernini, “Plexus”, ed. Sandro Dernini.
1988 – G. Spano, “I Comuni della Provincia di Cagliari”, Ed. Polis, Ass. Cultura Provincia di Cagliari.
1990 – Salvatore Naitza, Francesca Zaru, “Il Gruppo di Iniziativa 1960-1967”, ed. Centro Sociale Culturale dei Sardi in Milano, patrocinio Regione Autonoma della Sardegna, Comune di Milano, Comune di Cagliari.
1991 – “Sgaravatti Mediterranea, un tuffo nel verde”, ed. Barzanti, Cesena.
1992 – Antonio Romagnino “I fiori nel tessuto e nel ricamo sardo”, edizioni Delfino, Sassari.
1992 – “Guida ragionata dell’artigianato artistico Sardo”, ed. Istituto Editoriale dell’Artigianato (CA).
1995 – Mario Ciusa Romagna, Massimo Antonio Sanna, “Primo Pantoli”, catalogo d’arte per la mostra antologica dell’artista Primo Pantoli.
1995 – Mauro Rombi, “Cinque fotografi per un’isola”, ed. Man Ray, Regione Autonoma Sardegna, Provincia di Cagliari, Comune di Cagliari.
1997 – Lanfranco Colombo, “Becoming nude”, edizioni Man Ray, Regione Autonoma Sardegna, Provincia di Cagliari, Comune di Cagliari.
1998 – M. Luisa Frongia, “Animalia”, monografia dell’artista Anna Saba.
1998 – M. Luisa Frongia, “Ai margini del viola”, monografia dell’artista Wanda Nazzari.
1998 – Giannella Demuro, “Percorsi dello spirito”, ed. Man Ray, Regione Autonoma Sardegna, Provincia di Cagliari, Comune di Cagliari.
1999 – Mariolina Cosseddu, “Stanze”, ed. Man Ray, Ass. Cultura Regione Autonoma Sardegna, Provincia di Cagliari, Comune di Cagliari.
1999 – Anna Maria Janin, “Giocattoli d’Artista”, ed. Man Ray, Comune di Quartu S.Elena.
1999 – Luisanna Usai, “Immagini & società, la bronzistica figurata nuragica”, ed. La memoria storica, Ministero per i beni e le attività culturali, Sovrintendenza archeologica per le Province di Cagliari e Oristano, Sassari e Nuoro, Ente Provinciale per il Turismo di Cagliari, Ass. Cultura Comune di Cagliari.
1999 – D. Messina, D. Orrù, M. Aymerich, A. Corona, “Il sogno di Egeo”, mostra retrospettiva di Hoder Claro Grassi. Ed. Gruppo Moca, Ass. alla Cultura Comune di Cagliari.
2000 – Ivo Serafino Fenu “Attraversamenti”, ed. Man Ray, Comune di Quartu S. Elena.
2000 – Claudio Cerritelli “Percorsi dello Spirito anno duemila”, ed. EXMA’, Ass. Cultura Comune di Cagliari.
2000 – Gianni Murtas, “Stanze 2000”, ed. Man Ray, Ass. Cultura Regione Autonoma Sardegna, Provincia di Cagliari, Comune di Cagliari.
2000 – Maria Dolores Picciau, “Opera grafica”, monografia per l’artista Liliana Corrias.
2000 – Juliet art magazine, dicembre n° 100, Becoming nude, pubblicazione di una foto di nudo a tutta pagina.
2001 – Mariolina Cosseddu, “Giuseppe Pettinau, opere 1986-2001”, ed. Man Ray.
2001 – Mariolina Cosseddu, “Attraversamenti 2001”, ed. Man Ray, Ass. Alla Cultura Comune di Quartu.
2002 – Alessandra Menesini, “Stanze 2002”, ed. Man Ray, Ass. alla Cultura Regione Autonoma della Sardegna.
2003 – Franca Nurchis, “In eco di memoria”, ed. PhotArt.
2003 – Mariolina Cosseddu, “Nino Dore aquerelli e disegni”, ed. PhotArt.
2003 – Mariolina Cosseddu, “Stanze 2003”, ed. Man Ray, Ass. alla Cultura Regione Autonoma della Sardegna.
2005 – Ivo Serafino Fenu, “Stanze 2005”, identità in prestito. Ed. Man Ray, Ass. alla Cultura Regione Autonoma della Sardegna.
2006 – Mariolina Cosseddu, “Stanze 2006”, ed. Man Ray, Ass. alla Cultura Regione Autonoma della Sardegna.
2006 – “Fotografi per un’isola”, Rassegna biennale di fotografia contemporanea, by Ivo Serafino Fenu, Ass. alla Cultura Regione Autonoma della Sardegna, Ass. alla Cultura Provincia di Cagliari.
2006 – Mariolina Cosseddu – “Il fuoco di Abramo”, ed. Su palatu.
2006 – “Interlinea”, Wanda Nazzari, edizioni PhotArt.
2007 – Ivo Serafino Fenu, “It’s still dark in the night”, edizioni Man Ray.
2008 – “Wanda Nazzari”, monografia dell’artista a cura del Museo Man di Nuoro.
2009 – “Stanze IX edizione - Architetture d’aria, architetture di terra”, edizioni Man Ray
2010 – “Stanze X edizione - di Luce e di Tempo”, edizioni Man Ray
2010 – “Stanze XI edizione - Utopie del quotidiano”, edizioni IGES
2011 – “Wanda Nazzari Libri” edizioni IGES
2012 – “Stanze - XIII edzione Land(e)scape”, edizioni IGES
2013 – “New Frontiers, rassegna internazionale di fotografia”, edizioni IGES
2015 - "Metti un Nido in Cittadella", evento di arte partecipativa e animazione culturale, edizioni IGES
Video
1989 – “Panna Acida”, di Pierluigi Di Todaro e Stefano Grassi, dur. 23’. Cortometraggio teletrasmesso da Rai 3 e 1° canale Televisione Svizzera.
1991 – “Il Gruppo di Iniziativa”, Regia Roberto Olla, fotografia Stefano Grassi, produzione RAI 3.
1997 – “Stella Maris, una vacanza da sogno”, dur. 20’. Promo bilingue per l’Hotel Stella Maris presentato alla Fiera Bit di Milano nel ’98. Committente Hotel Stella Maris.
1998 – “Hotel Stella Maris”, Spot pubblicitario per la televisione dur. 20”. Committente Hotel Stella Maris.
1999 – “Variazioni al Centro”, Spot pubblicitario per la televisione, per la Rassegna di Arti Visive estiva del Centro Man Ray, dur. 5”. Ass. Cultura Provincia di Cagliari.
1999 – “Scuola di Fotografia” Spot pubblicitario per la televisione, committente: Centro Man Ray, dur. 10”.
2000 – “Percorsi dello Spirito Anno Duemila”, dur. 15’. Video documentario della Rassegna Internazionale di Arti Visive “Percorsi dello Spirito Anno Duemila”, Centro EXMA’. Committente Ass. alla Cultura Comune di Cagliari.
2001 – “The time is over”, cortometraggio per la Rassegna “Stanze 2001”Ibride stanze, a cura di Ivo Serafino Fenu, Centro Man Ray, Cagliari.
2001 – “Fessura di tempo”, cortometraggio opera performativa di Wanda Nazzari, dur. 12’.
2002 – “Imperfetto futuro art in progress 2001”, cortometraggio in DVD durata 14’, Centro Man Ray, Cagliari.
2002 – “Horae”, video sull’opera artistica di Antonello Ruscazio, dur. 13’.
2002 – “Shambhalla”, video sull’opera artistica di Ines Cireddu, dur. 30’.
2002 – “Interrupted”, video sull’opera artistica di Simone Dulcis, dur. 10’.
2002 – “La luna lo sa”, produzione Teatro di Sardegna, xx Festival “La notte dei Poeti” Teatro Romano di Nora, committente Teatro di Sardegna.
2002 – “Giocando con Shakespeare” con Valeria Moriconi, produzione CEDAC Sardegna, xx Festival “La notte dei Poeti”, Teatro Romano di Nora. Committente CEDAC.
2002 – “Giorgio Gaslini e l’Orchestra jazz della Sardegna Il brutto anatroccolo”, xx Festival “La notte dei Poeti” Teatro Romano di Nora. Committente Cedac.
2002 – “Kind of Porgy and Bess”, produzione Paolo Fresu, xx Festival “La notte dei Poeti” Teatro Romano di Nora. Committente Cedac Sardegna.
2002 – “Il Campiello”, produzioneTeatro di Sardegna, Teatro Alfieri di Cagliari. Committente Teatro di Sardegna.
2003 – “Imperfetto futuro art in progress 2002”, cortometraggio in DVD durata 18’, Centro Man Ray, Cagliari.
2003 – “Metamorphosis” , cortometraggio (dur. 2’30”), supporto DVD.
2003 – “Lisistrata”, prodotto dal Teatro di Sardegna, in occasione del XXI Festival “La notte dei Poeti” presso il Teatro Romano di Nora, committente Teatro di Sardegna.
2003 – “Paolo Rossi Recital”, produzione video XXI Festival “La notte dei Poeti”, committente CEDAC.
2003 – “Corsi teatrali Riverran”, spot pubblicitario per la televisione (dur. 10”), committente Associazione Teatrale Riverran, Cagliari.
2003 – “Il gioco possibile”, regia di F. Kalomenidis e F. Sanna. Cura la direzione della fotografia e la postproduzione.
2004 – “Maimone’s Land” dur. 7’30”. Con il contributo dell’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria (Croazia)
2004 – “Mercat dance” dur. 13’30”. Con il contributo dell’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria (Croazia)
2005 – “Un giorno a Burcei” dur. 14’. Corto esito del laboratorio svolto presso la Scuola Media Statale di Burcei.
2005 – “Superabili barriere”, dur. 15’. Corto esito del laboratorio svolto presso l’Istituto Tecnico Commerciale “Primo Levi” di Quartu S. Elena.
2006 “Fiori & Spose”, sfilata moda, committente Fiera Internazionale della Sardegna.
2006 “La Parrucca”, committente Sirio Sardegna Teatro, regia di Marco Nateri.
2007 “School life”, dur. 25’, corto esito del laboratorio svolto presso l’Istituto Tecnico Commerciale “Primo Levi” di Quartu S. Elena.
2008 “Franca Nurchis: Poesie e Opere”, produzione di un DVD sull’opera artistica e letteraria dell’artista Franca Nurchis.
2008 “Ritrovarsi, integrare le generazioni per prevenire le de-generazioni”. Produzione di un DVD demo contro il fenomeno del bullismo. Finanziato dal Ministereo della Pubblica Istruzione.
2009 – “Quale futuro per la scuola”, video laboratorio inchiesta sulle problematiche della scuola realizzato con il contributo dell’Istituto Professionale Meucci di Cagliari.
2011 – " Del cielo, del mare, dei sogni", cortometraggio dedicato all'opera dell'artista Gaetano Brundu (dur. 7' 30''). EXMA, Cagliari.
2014 - "Wanda Nazzari - Tracce", video documentario sull'opera dell'artista Wanda Nazzari, (dur. 30'), presentato presso lo Spazio san Pancrazio, Cittadella dei Musei di Cagliari.
Opere in permanenza
Galleria Comunale d’Arte di Cagliari; Credito Industriale Sardo Cagliari; Istituto Europeo di Design, Madrid (Spagna); Galleria WCCP, Orlando, Florida (USA); Centro Culturale Man Ray, Cagliari; Galleria Incontri, Bellinzona, (Svizzera); Galleria Il Diaframma, Milano; Fondazione per l'Arte Bartoli-Felter, Cagliari; Collezionisti privati (Svizzera, Italia);
Hanno scritto di Stefano Grassi
Vladimir Begic, Giovanna Caltagirone, Martino Casalini, Claudio Cerritelli, Placido Cherchi, Lanfranco Colombo, Mariolina Cosseddu, Ivo Serafino Fenu, Maria Paola Masala, Alessandra Menesini, Francesca Mulas, Salvatore Naitza, Maria Nilson, Erica Olmetto, Daniela Paba, Giorgio Pellegrini, Enrico Pinna, Mauro Rombi, Ivana Salis, Pamela Sau, Celestino Tabasso, Raffaella Venturi, Roberta Vanali, Franca Zaru.

Davide Atzei - docenta adobe Lightroom e Adobe PhooshopE’ laureato in economia e commercio.
Dal 2006 diventa fotografo professionista con studio omonimo ad Iglesias.
Nell'anno 2009/2010 frequenta la Man Ray Photo School.
E’ specializzato nella fotografia di cerimonia e nella gestione di file digitali su piattaforma Adobe Ligthroom e Photoshop.
Nel 2009 la giuria del Fondo Internazionale Orvieto Fotografia gli conferisce la qualifica QIP – Qualified Italian Wedding’s Photographer.
Da cinque anni insegna “Gestione e archiviazione di file digitali su piattaforma Adobe lightroom e elementi di Photoschop" alla Man Ray Photo School.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  

                                                                                                                                        

Carla DeplanoÈ nata a Cagliari, si è laureata con lode presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza in Lettere classiche con orientamento archeologico, ha conseguito un Dottorato di ricerca europeo in Antropologia culturale, quindi si è perfezionata e specializzata in Storia dell’Arte col massimo dei voti presso l’Università degli Studi Guglielmo Marconi e la SSIS di Cagliari.
Insegna Storia dell’Arte al liceo, ha tenuto dei seminari di Antropologia urbana presso la Facoltà di Ingegneria e Architettura e nell’a.a. 2009-10 è stata docente a contratto di Storia dell’Arte moderna presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Cagliari.  
Tra le sue pubblicazioni si segnalano:"Il vuoto", edizioni Logus Mondi interattivi, 2013; "Antropologia urbana. Società complesse e democrazia partecipativa", Edicom Edizioni 2009;  "Laboratorio del paesaggio urbano. Analisi storico morfologica del quartiere di Castello in Cagliari", Edicom ediizioni, 2008.

 

 

      

 

 

 

 

 

 

 

 
                           


Marco MostallinoMarco Mostallino, fotografo e giornalista, è nato a Cagliari nel 1961 e lavora sui temi sociali, in particolare delle migrazioni, del disagio mentale, dell'ambiente e del nucleare. Per i quotidiani ha realizzato anche reportage fotografici dall'Algeria e dalla Serbia. Ha lavorato ed esposto a Roma, Cagliari, Padova, Brescia, Carbonia, Toronto (Canada), come freelance e come redattore e inviato de L'Unione Sarda, E Polis e Il Corriere Canadese.

“Say cheese, please – Norimberga 70 anni dopo” (2015, a cura di Raffaella Venturi, esposto al Pablo caffè fotografico, di Cagliari) è il suo ultimo lavoro dedicato alla “seduzione” del nazismo e dei totalitarismi, nell'annivversario del processo contro i gerarchi di Hitler.

“Voglio che tu cammini sulla mia verità” (2013, a cura di Raffaella Venturi), ispirato a un verso di Alda Merini, è un reportage per immagini, scattate in un ospedale psichiatrico abbandonato (il Rizzeddu di Sassari), che racconta la sofferenza deI “folli” attraverso gli oggetti, le cartelle cliniche e i luoghi della loro vita da reclusi senza colpa.

Con la foto “Il fuoco della libertà” (scattata a Roma durante gli scontri del 15 ottobre 2011) ha partecipato alla mostra collettiva “Icon – Interpretazioni contemporanee di guerra pace e libertà”, presentata a Cagliari (Italia) nell'ottobre 2013, organizzata dall'associazione “Wake Art”, patrocinata dal Comune di Cagliari.

“Addio alla fabbrica”, dedicata alla crisi industriale del Sulcis, è stata selezionata ed esposta nel 2012 al museo “Macro” nell'ambito dell'XI edizione del Festival internazionale della fotografia di Roma, dedicata al lavoro (curatore Marco Delogu).

Nel febbraio 2010 ha portato "NON... c'era una volta la Play Station" a Cagliari, alla Espace S&P, quindi, nel dicembre 2012, a Roma, presso lo spazio espositivo “Vi(ci)no” (al Pigneto). “Non... c'era una volta la PlayStation” racconta, attraverso le foto di una piccola collezione di giocattoli d'epoca, come si giocava con trenini, soldatini e macchinine prima che i videogames irrompessero nella vita quotidiana.

Ha realizzato la mostra reportage “Invisibili naufraghi – Storie di migranti dall’Algeria alla Sardegna” (2007, Carbonia, con il patrocinio del Comune sulcitano, a cura di Maura Saddi, e nel 2008 a Cagliari, Festival Marina Café Noir). Attraverso le foto in bianco e nero (scattate in Algeria e Sardegna) e le brevi didascalie, il lavoro racconta i viaggi, le speranze e le tragedie dei migranti che dal Maghreb partono per l'Europa.

Nel 2008 con “La Trilogia dell’Impero” ha partecipato a Brescia (Italia) alla collettiva “Amerika – Un’altra storia del Nuovo Mondo” (promossa da “Cose D1 altromondo”).

E' inoltre autore delle foto del libro "Castello... tanto tempo fa - Una città straniera sul colle" (di Fabia Cocco Ortu - Condaghes editore, Cagliari, Italia, 2010).

Nel 2004 ha pubblicato (per la Cuec) il libro “L'Italia Radioattiva – L'atomo, le armi, le scorie e il potere”: si tratta di un'inchiesta tra le ex centrali atomiche, nei depositi di materiali contaminati, i proiettili all'uranio impoverito e i sottomarini nucleari, condotta in diverse regioni italiane. Il libro racconta gli intrecci tra il potere e i materiali nucleari e gli interessi che prosperano dietro il traffico, lecito e illecito, dei materiali contaminati.

Christian Fanni - assistente alla fotografiaFin da giovane manifesta una concreta attitudine per il disegno fumettistico. Dopo aver conseguito la maturita' artistica al Liceo artistico statale di Cagliari e l'Accademia delle belle arti a Bologna, ha continuato a coltivare la passione per le arti visive, passando dalla grafica pubblicitaria al video in generale: Cerimoniale, industriale ma soprattutto videoclip in ambito Rock underground.



















..........................................................................................................................................................................................

SET MAN RAY PHOTO SCHOOL



Set Man Ray Photo School 2006/2007 
"Fashion Fifties VS Fashion Trend
"





Set Man Ray Photo School 2007/2008
"Pin up"





Set Man Ray Photo School 2008/2009
"Beat generation"





Set Man Ray Photo School 2009/2010
"Sergio Leone's parody"





Set Man Ray Photo School 2010/2011
"Contemporary characters I"





Set Man Ray Photo School 2010/2011
"Contemporary characters II"




Set Man Ray Photo School 2012/2013
"The touch of Evil" by Orson Wells

Set Man Ray Photo School 2013/2014
"La mala educacion
" di Pedro Almodovar

Set Man Ray Photo School 2014/2015
"Mashes of the afternoon
" di Maya Deren



 

GALLERY - SELEZIONE DEI LAVORI REALIZZATI DAGLI ALLIEVI DELLA MAN RAY PHOTO SCHOOL

 

RASSEGNA STAMPA 

"Laboratòriu XX editzione a cura de Stefano Grassi e Ivana Salis - Mustra didàtica Man Ray Photo School", di Ivana Salis, Logo Sardigna n° 85, 2015
"Ci vuole una buona scuola, ma anche dei buoni allievi", di E. Pinna, Sardinia Post, 2015
"La mala educaciòn” vista dagli allievi del Man Ray Photo School", di E. Pinna, Sardinia Post, 2014

"New Frontiers all'Exmà. Scatti che catturano il tempo dell'incertezza", di M. Vacca, in L'Unione Sarda, 2013
"Scuola Man Ray, il cinema in fotografia", di A. Menesini, in L'Unione sarda, 2013
"Fotografando tra Germania e Sardegna", in L'Unione Sarda, 2013
"Fotografia: la Man Ray incontra Berlino", in La Nuova Sardegna, 2013
"Fotografi in erba ritratti "firmati" in ventidue scatti", di J. Bassanini, in Sardegna Quotidiano, 2012
"Scatti di memoria a San Michele. Il beat vince ancora", di A. Menesini in L'Unione Sarda, 2010
"Beat Generation: dal Man Ray le foto degli allievi", di A. Menesini, in L'Unione Sarda, 2009
"Immagini di fine corso nella mostra del Man Ray", di A. Menesini, in L'Unione Sarda, 2008
"Quando l'immagine racconta una storia", di N. Frigo, 
in L'Unione Sarda, 2007

 

CALENDARIO E ISCRIZIONI

• Le lezioni si svolgeranno nell'arco di sette mesi.
• Le iscrizioni sono aperte da luglio 2016. Le classi sono a numero chiuso (numero max 20 allievi). Per informazioni sulla scuola di fotografia contattare i numeri 070/283288 - 347/3614182 oppure inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Si riceve su appuntamento.
• Il corso inizia mercoledì 12 ottobre 2016 e termina nel mese di Aprile 2017.
• Le lezioni sono bisettimanali: il lunedì e il mercoledì ore 20.15/22.00.
• Sono previste alcune escursioni in giorni festivi.
• Per alcune lezioni di pratica in sala posa gli allievi possono essere divisi in gruppi.
• Le lezioni di teoria sono svolte con l'ausilio di audiovisivi didattici.
• E' prevista una verifica scritta e un attestato di frequenza con valutazioni nelle varie materie affrontate.
• E' prevista la consegna di dispense didattiche sui temi delle lezioni.
• Sono previsti degli incontri con fotografi professionisti che presenteranno il loro lavoro.
• Le lezioni si svolgeranno presso la sede didattica di via Isonzo 26, Cagliari.

 

....................................................................................................................................................

STRUTTURE MAN RAY PHOTO SCHOOL

• Sala di posa - via Isonzo 26, Cagliari;
• Sede didattica - via Isonzo 26, Cagliari;
• Segreteria - via Campania 26, Cagliari;
• Biblioteca di arti visive (fotografia, cinema, pittura, scultura, arti applicate) - via Isonzo 26, Cagliari.

INFORMAZIONI

Per informazioni sulla scuola di fotografia contattare i numeri 070/283288 - 347/3614182 oppure inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Si riceve su appuntamento.

MONTE ORE: 120

IL PROGRAMMA PUÒ ESSERE SOGGETTO A PARZIALI MODIFICHE

 

Ci trovi anche su

CourseForMe       -         Corsincittà         -          Emagister